Deprecated: mysql_connect(): The mysql extension is deprecated and will be removed in the future: use mysqli or PDO instead in /home/younetwo/public_html/cms_db/db_class.php on line 17
Network Blog
Questo sito utilizza solo cookie tecnici, secondo la normativa vigente, non tenuto a chiedere consenso in quanto necessari a fornire i servizi richiesti. Se vuoi saperne di più clicca qui
Accetto

 

Perchè Network Marketing

Scarica GRATIS e-Book di Protezione Patrimoni.

Network Marketing Blog

 

Mercoledi 11 Marzo 2015 - Ore 15:32:29

Perch partecipare ai meeting ed ai grandi eventi?

Oggi voglio dare la mia risposta a questa domanda ed anche qualche consiglio su come avere il giusto atteggiamento durante questi importanti avvenimenti.

Perchè partecipare?...perchè la nostra attività è soprattutto un percorso di crescita personale che ci porta piano piano ad acquisire competenze, professionalità, ma cosa ancor più fondamentale...la consapevolezza che abbiamo una opportunità incredibile per cambiare la nostra vita!...e questa consapevolezza ci farà avere il giusto atteggiamento che farà decollare il nostro business!

Non c’è un posto migliore dove far crescere la nostra consapevolezza se non ai grandi eventi organizzati dalla nostra azienda, perché lì avrai la possibilità di conoscere i Leaders ed apprendere da loro i giusti insegnamenti, avrai la possibilità di conoscere tantissime altre persone con le quali confrontarti e magari capire che le stesse difficoltà che stai avendo tu, loro le hanno avute prima di te…ma non hanno mollato, hanno trovato la soluzione e ce l’hanno fatta!

Posso garantirti che la consapevolezza modifica il nostro atteggiamento nei confronti del nostro business, cambia la percezione che gli altri hanno di noi e di quello che facciamo, diventando delle vere e proprie calamite!

Molto spesso invece, accade che dopo aver partecipato a qualche meeting, pensiamo di aver già capito tutto della nostra attività e che non serva partecipare ad altri eventi…non c’è errore più grande!

Sono nel Network Marketing da oltre 10 anni ormai e continuo a partecipare ad ogni meeting della mia azienda!

Anche quando sono io sul palco a parlare, cerco sempre di imparare qualcosa dagli altri miei colleghi ed anche dalle persone che sono venute ad ascoltarci…perché c’è sempre qualcuno che può insegnarti qualcosa!

C’è un vecchio motto, che però è sempre attuale…”chi non si forma, si ferma!”…e tu vuoi fermarti?...allora informati sui prossimi eventi e dai il buon esempio alla tua downline…partecipa!!!

Del resto, prendendo spunto da Giorgio Gaber…”la libertà (anche finanziaria) è partecipazione!”.

Voglio darti un consiglio che do spesso anche alle mie downline…quando hai il dubbio se fare o meno una cosa, fatti questa domanda: se nella mia situazione ci fosse una mia downline, cosa vorrei che facesse?

Per esempio, se ci fosse un grande evento organizzato dalla tua azienda, vorresti che le tue downline partecipassero oppure no?...credo proprio di sì!…allora fallo tu per primo!

Vorresti che le tue downline si vestissero in modo elegante?...allora fallo tu per primo!

Vorresti che le tue downline fossero organizzate e puntuali?...allora fallo tu per primo!

Vorresti che le tue downline non rimandassero a domani le cose da fare?...allora fallo tu per primo!

Nel Network Marketing e non solo, le persone fanno ciò che fai e non ciò che gli dici di fare!

Vi posso assicurare che con questo piccolo trucco mentale, possiamo veramente cambiare il nostro atteggiamento e di conseguenza anche quello della nostra organizzazione.

Ma tornando agli eventi…è sufficiente partecipare?...NO!...dobbiamo essere parte attiva dell’evento!

L’evento inizia innanzi tutto con la promozione che noi facciamo di quell’evento con la nostra downline e con i nostri ospiti…non importa se è un piccolo o un grande meeting, devi promuoverlo come se fosse l’ultimo della storia e ci fosse il Papa a parlare!...ricorda sempre il mio consigio…vorresti che le tue downline dessero la giusta importanza a quell’evento?...allora fallo tu per primo!

Quando arrivi al meeting (da buon Leader con tassativo e largo anticipo), che fai?...ti metti a sedere ed aspetti?...NO!!!...accogli le persone, parla con loro, falle sentire a loro agio…anche e soprattutto se non sono i tuoi ospiti o i tuoi incaricati…ricordati che per un ospite o un nuovo incaricato, il meeting inizia dal momento in cui varcano la porta dell’Hotel o del centro congressi e non quando iniziano a parlare gli speakers!

Non c’è una seconda possibilità per fare una buona prima impressione!

Ok, hai accolto tutti, ma qualche tuo ospite non è ancora arrivato…che fai lo aspetti fuori?...NO!...altro errore!...hai altri ospiti che si sono impegnati per arrivare puntuali e meritano TUTTA  la tua attenzione!

Se ti vedono fuori ad aspettare qualcun altro, che probabilmente non arriverà mai, penseranno che quella persona era più importante di loro e ripeto…non c’è una seconda possibilità per fare una buona prima impressione!

Bene, meeting iniziato…hai portato il blocco degli appunti?...”ma è il solito meeting di presentazione…avrò partecipato 100 volte!”…non mi importa, devi prendere appunti!!!...vorresti che le tue downline prendessero appunti?...allora fallo tu per primo!!!

Ricorda sempre che il Network Marketing si basa sul concetto di duplicazione, ma la duplicazione non è solo un concetto numerico!...noi duplichiamo il nostro atteggiamento, il nostro metodo di lavoro, il nostro modo di comportarci e tanti altri piccoli particolari che fanno la differenza!

Si avvicina la fine dell’evento…siamo ai saluti finali…questa è sicuramente una parte importante che merita la giusta attenzione…ed un altro articolo!

Partecipate, partecipate, partecipate…non mi stancherò mai di dirlo!

Buon Network a tutti!

Federico De Angeli

Giovedi 12 Febbraio 2015 - Ore 18:15:32

LISTA NOMI? ASSOLUTAMENTE...SI'!

Oggi vi voglio parlare dello strumento fondamentale per chi fa Network Marketing...la lista nomi!

Ultimamente sto vedendo girare in internet e sui social, pubblicità dei nuovi "guru" del Network Marketing che promuovono sistemi automatici che ti renderanno ricco in 3 mesi senza fare niente e soprattutto senza la fantomatica lista nomi che (secondo loro) non funziona!

Utilizzano più o meno tutti la stessa frase…”non stai avendo successo nel NM?...Utilizzi ancora il vecchio metodo della lista nomi?...ecco perché non stai avendo successo!...ti sveliamo i segreti che il tuo sponsor o upline non ti dirà mai!”

Ora io mi chiedo, innanzi tutto questi “guru” del NM, quali risultati hanno raggiunto in questo settore per svelare dei segreti così sconvolgenti?…e poi pensano veramente che le persone siano tutte dei rimbambiti?

Purtroppo alcune sì…ma non per colpa loro!...il fatto è che se sei nuovo in questo settore e non stai ottenendo i risultati sperati, la cosa che ognuno di noi vorrebbe sentirsi dire è che non dipende da te, ma dal rimbambito del tuo sponsor che ti fa usare un metodo che non funziona!

La verità invece, quella scomoda, è che se non stai avendo i risultati sperati, nel 99% dei casi, è proprio colpa tua!...e non della povera lista nomi!

Perché dico questo?..al di là dei miei risultati personali, che per gli scettici potrebbe anche essere un caso fortunato, voglio fare un ragionamento molto semplice:

...sicuramente avrete partecipato a qualche corso di formazione della vostra azienda, dove una alta qualifica vi spiegava l’importanza della lista nomi ed il suo utilizzo nel tempo. Stando a quello che dicono i nuovi “guru” del NM, quella persona vi starebbe insegnando un metodo che non porta a nessun risultato, giusto?

Vi ricordo però, che lo scopo di ogni sponsor ed upline nel NM è quello di far guadagnare il più possibile le proprie downline, e quindi, se i “guru” avessero ragione, quella persona che vi sta spiegando il metodo della lista nomi in realtà è come se si stesse dando una martellata sulle p..le da solo!!!

Ma scusate, se veramente esistessero dei metodi sconvolgenti, innovativi ed automatici, ma non credete che il vostro sponsor o upline sarebbe il primo a volerveli insegnare?...guadagnereste di più voi e lui!

La realtà è che questi “guru” sono in realtà dei venditori di sistemi più o meno efficaci di media marketing e che di NM non sanno assolutamente niente, ma hanno semplicemente scelto il nostro settore come target per vendere i loro servizi.

Per carità, alcuni metodi possono anche essere molto efficaci per generare dei contatti freddi, ma il NM si basa sulla duplicazione di un metodo di lavoro, e per far sì che la duplicazione avvenga nel modo corretto il metodo di lavoro deve essere semplice!...quello che è semplice e gratuito si duplica, quello che è complicato ed a pagamento si ferma!

In questi anni ho avuto il piacere e la fortuna di conoscere e collaborare con molti Networker tra i più importanti e pagati al mondo…ed indovinate un po’?...utilizzano e fanno utilizzare il metodo della lista nomi!...non esistono segreti, ma solo passione, motivazione, professionalità, impegno e costanza…ecco quali sono i requisiti personali che servono nel NM per raggiungere il successo! (poi ci sono i requisiti dell’Azienda di NM ma quello è un altro argomento!).

Quello che però è altrettanto vero, è che la lista nomi da sola non funziona!…quello che funziona è il METODO della lista nomi, che non è la stessa cosa!

Se non sai come compilare una lista nomi di almeno 100 persone, se non sai come contattare nel modo giusto quelle 100 persone, se non ti sei preparato dei copioni, se non sai che esistono degli step ben precisi da seguire per arrivare all’appuntamento, se non sai come si fa un one to one ed il follow up successivo e soprattutto se non sai aggiungere nel tempo nominativi alla tua lista nomi…allora no, la lista non funziona!

Il mio consiglio?...fidatevi delle vostre upline che hanno avuto successo e cercate di imparare da loro il METODO che li ha portati ad ottenerlo, con la massima umiltà e voglia di migliorarsi sempre, senza dare la colpa agli altri e senza inseguire sistemi miracolosi che non esistono!

Buon Network a tutti!

Federico De Angeli

Venerdi 30 Gennaio 2015 - Ore 17:48:56

L'Italia un Paradiso Fiscale? Per il Network Marketing s!

Molte volte, chi si approccia per la prima volta al mondo del Network Marketing, si chiede giustamente come funzioni la fiscalità nel nostro settore ed oggi voglio cercare di chiarire anche questo aspetto molto importante, soprattutto in Italia!

Il Network Marketing, pur essendo un'attività imprenditoriale, oltre ad avere bassissimi costi di avviamento e di gestione, gode anche di una fiscalità agevolata che tutti gli altri imprenditori italiani sognerebbero!

Partiamo innanzi tutto da quello che è l'inquadramento fiscale del Networker, ovvero l'Incaricato alle Vendite Dirette (IVD). Tale inquadramento è regolamentato dal D.P.R. n. 600/1973 Art. 25 bis Comma 6, che prevede una unica aliquota IRPEF del 23%, quale ritenuta d'imposta definitiva alla fonte, calcolata sul 78% delle provvigioni percepite (facendo un semplice calcolo la tassazione è pari al 17,94% del totale delle provvigioni).

Lo stesso D.P.R. stabilisce inoltre, che tutti coloro che percepiscono una provvigione con ritenuta definitiva non dovranno dichiarare i compensi percepiti essendo stato assolto il debito d'imposta in maniera definitiva con la ritenuta effettuata (R.M. 180/E del 12.07.1995) ed inoltre tale reddito non si cumula con eventuali altri redditi e sono esclusi dall'assoggettamento dell'IRAP.

Questa è la tassazione che tutti i Networker, sia che guadagnino poche centinaia di euro al mese, oppure 40.000 euro al mese, subiscono in Italia...ecco perchè per i Networker, l'Italia si può considerare un paradiso fiscale!

Altra domanda, legittima, che viene sempre posta: "ma devo aprire Partita IVA?"

Inizialmente no, non è necessaria! Come contemplato dalla R.M. 18/E del 27.01.2006, lo diventa solamente al superamento di 5.000 euro netti (quindi già tassati) di provvigioni percepite durante l'intero anno fiscale.

Al raggiungimento ti tale reddito, sarà inoltre obbligatorio il contributo INPS,  secondo la Legge 335/95, pari al 28,72% del 78% dell'imponibile, ma per la quota di 1/3 in quanto i 2/3 sono a carico dell'Azienda di Network.

Eccovi un esempio pratico che può chiarirvi ulteriormente le idee in merito:

Ancora una volta il Network Marketing si dimostra, con i fatti, una grande opportunità per molti italiani che hanno voglia di mettersi in gioco e diventare imprenditori anche in un Paese, l'Italia, in cui gli imprenditori solitamente vengono presi per spugne da strizzare fino all'ultima goccia!

Vi invito inoltre a leggere questo articolo de Il Sole 24 Ore, che vi farà capire ulteriormente le importanti differenze fiscali che ci sono tra l'imprenditoria classica ed il Network Marketing.

A presto e buon Network a tutti!

Federico De Angeli

 

Mercoledi 14 Gennaio 2015 - Ore 17:22:45

Anche tu vuoi fare la fine del casellante?

Qualche giorno fa mi è capitato di leggere un breve articolo de Il Sole 24 Ore in merito alla tecnologia ed ai cambiamenti che questa implica nella società di oggi.

Vorrei quindi partire da qui per una riflessione su come la tecnologia ha modificato drasticamente il mondo del lavoro “tradizionale” e come invece influisce nel settore del Network Marketing.

<<Droni. Robot casalinghi. Intelligenza artificiale. Sensori. Semantica. Macchine per la produzione additiva. La tecnologia non si ferma e non cessa di stupire. Mentre le sue conquiste più mature, quelle che solo un paio d'anni fa apparivano ancora dirompenti, come i social network o i cellulari intelligenti, generano ricchezze enormi e abilitano attività innovative in molti settori connessi. La tecnologia non è un insieme di macchine. È parte integrante della cultura, crea nuove opportunità economiche mentre ne mette in discussione altre, lancia incessantemente sfide alla società. Comprenderla non è saperla usare: è sapersi sintonizzare sulla sua dinamica di sviluppo. Le possibilità che offre non si colgono se non ci si adatta al suo ritmo. (Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/8fMcJa) >>

La tecnologia ha senza ombra di dubbio migliorato ed aumentato la produttività nel mondo del lavoro, aiutando anche i lavoratori stessi a svolgere le propria attività in modo migliore e spesso anche in maggior sicurezza.

Tuttavia, è indubbio anche che molta forza lavoro, soprattutto nel settore industriale, è stata completamente sostituita dall’utilizzo di macchinari, a discapito quindi del lavoratore “umano”.

Ecco perché, giustamente, nell’articolo de Il Sole 24 Ore, si dice che la tecnologia crea nuove opportunità economiche mentre ne mette in discussione altre.

Vi faccio un banale esempio che può però rendere l’idea: vi ricordate quanti caselli autostradali con pagamento automatico esistevano 20 anni fa?...a parte qualche rarissimo Telepass (introdotto in fase sperimentale per i mondiali di calcio del 1990), nessuno! Esisteva solamente la figura ormai quasi mitologica del casellante, al quale tutti noi pagavamo il pedaggio e chiedevamo informazioni.

Adesso, i caselli autostradali hanno tutti la corsia Telepass e le casse automatiche!

Credo che abbiate capito dove voglio arrivare…

Lungi da me fare il retrogrado ed anti-tecnologico, anzi!...ma voglio sottolineare il fatto che la tecnologia corre ed anche velocemente, quindi se non vogliamo essere schiacciati dal treno della tecnologia, dobbiamo necessariamente saperci adattare al tempo che stiamo vivendo e correre con lei.

Non possiamo pensare che il nostro business, qualunque esso sia, possa essere portato avanti oggi, così come 10, 20 o 30 anni fa!

Se vogliamo rimanere competitivi nel nostro business, dobbiamo capire come la tecnologia che abbiamo a disposizione possa aiutarci per esempio a produrre di più, ad essere più efficienti, a rendere il nostro prodotto più visibile ed appetibile, affacciarci su nuovi mercati internazionali…etc. etc.

Credo che ognuno di noi, oggi, debba necessariamente chiedersi...continuando a fare ciò che faccio, farò la fine del casellante autostradale?...sarò sostituito da un robot?...il mio lavoro guarda al futuro o è fermo a 20 anni fa?

Perché se tra qualche anno, l’azienda per la quale lavoriamo, per motivi di produzione ci sostituirà con l’acquisto di nuovi macchinari di ultima generazione, mi dispiace, ma non è colpa dell’azienda, perché l’azienda sta giustamente correndo con il treno della tecnologia, ma siamo noi che siamo rimasti fermi alla stazione!

Dobbiamo assumerci la responsabilità di vivere nell’epoca in cui stiamo vivendo, altrimenti difficilmente riusciremo a raggiungere il successo in ciò che facciamo.

Ok Federico, ma cosa c’entra tutto questo con il Network Marketing?

Vi rispondo con un’altra domanda…può la tecnologia sostituire un Networker? La risposta è ovviamente NO!

Perché il NM si basa sul consumo di prodotti e servizi e nessuna macchina, neanche la più tecnologicamente avanzata, potrà mai essere un consumatore!

Quindi la tecnologia, per un Networker, può solo essere un vantaggio da sfruttare per far crescere sempre di più la propria attività, sia a livello locale che internazionale sfruttando la rete.

Ecco che ancora una volta, il Network Marketing si dimostra al passo con i tempi ed orientato verso il futuro, un futuro sempre fatto di persone che consumano e condividono un prodotto che amano, perché non potrebbe essere altrimenti.

Federico De Angeli

 

Lunedi 29 Dicembre 2014 - Ore 17:53:04

AVEDISCO conferma il trend positivo

A conclusione del mio articolo precedente, è di questi giorni la comunicazione da parte di AVEDISCO del fatturato dei primi 9 mesi del 2014, del settore Vendita Diretta: quasi 615 milioni di euro!

Questo dato conferma il trend positivo rilevato ad inizio anno e si conferma anche il boom del comparto Alimentare-Nutrizionale che "con un fatturato di oltre 216 milioni di euro ed un aumento del 12,07% si attesta al primo posto".

Da sottolineare anche un dato negativo molto rilevante, il -54,47% del comparto servizi, che purtroppo conferma la mia idea ampiamente spiegata nel mio e-book, ovvero che portare avanti un business sui servizi, nell'era del "Tutto Gratis" è un suicidio imprenditoriale!...bene invece il comparto tessile e casa beni durevoli, con rispettivamente il +9,52% e +7,15%.

Giovanni Paolino (Presidente AVEDISCO) dichiara: "i nostri Incaricati alle Vendite hanno tutti gli strumenti necessari per affermarsi professionalmente con buone opportunità di guadagno, indipendentemente dall'età o dalla provenienza".

Queste affermazioni del Presidente Paolino, sono sicuramente contro la tendenza generale del mondo del lavoro italiano, ma questo deve servire per capire che esistono ancora delle possibilità di emergere nel mondo del lavoro, basta cercare l'opportunità giusta per le nostre attitudini, uscire dalla comfort zone e lanciarsi in un settore che, dati alla mano, risulta essere l'unico appetibile.

Federico De Angeli

 

 

 

Giovedi 11 Dicembre 2014 - Ore 16:17:51

Dati Avedisco 2014


AVEDISCO: "nel primo trimestre 2014 il comparto alimentare - nutrizionale si conferma il più vivace con un fatturato di 81,8 milioni di euro, e un incremento del + 12,75% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente."

(Avedisco è dal 1969 la prima associazione in Italia che rappresenta le più importanti realtà industriali e commerciali, italiane ed estere, che utilizzano la vendita diretta per la distribuzione dei loro prodotti/servizi.)

Questo dato conferma il mio pensiero, ovvero che il settore alimentare e nutrizionale, quindi del benessere e della salute, sia il settore giusto per intraprendere un business proficuo nel mondo della vendita diretta e del Network Marketing.

Sempre più persone, in Italia e non solo, stanno capendo che un adeguato regime alimentare, una corretta nutrizione ed uno stile di vita sano, sono il modo migliore per fare prevenzione.

I dati forniti da Avedisco, inducono quindi anche ad una seconda rilflessione, legata alle opportunità di business e creazione di nuovi posti di lavoro che questo comparto può offrire anche in questa fase economica non proprio favorevole per la maggior parte degli altri comparti.

AVEDISCO: "sono oltre 322 mila gli Incaricati alle Vendite Dirette che hanno deciso di intraprendere questa attività nel primo trimestre del 2014, un aumento del +8.56% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questo incremento sottolinea come questo modello di business risulta ideale per tutti coloro che desiderano crescere professionalmente: formazione costante e contatto diretto con il consumatore, sono tratti distintivi di un’attività che continua ad appassionare sempre più italiani!"

In conclusione, prima di intraprendere un percorso professionale o imprenditoriale, ritengo sia fondamentale prendere in analisi dati certi ed inconfutabili, invece di basarsi su chiacchiere e false promesse di esperti oratori, altrimenti non potremmo mai costruire un business solido e duraturo nel mondo del Network Marketing.

Federico De Angeli


 

Registrati e scarica gratis l'e-Book

Captcha
Si, voglio scaricare subito GRATIS questi ebook. Inserisci qui sotto il tuo indirizzo email NON riceverai MAI spam e potrai cancellarti in qualunque momento con 1 semplice click!

DISCLAIMER

Il presente sito internet ha esclusivamente finalità didattiche e non deve pertanto essere inteso in alcun modo come consiglio operativo o di investimento. L’autore, declina ogni responsabilità riguardo ad azioni compiute seguendo le informazioni che si trovano in questo sito internet, pertanto, il navigatore lo esonera da qualsiasi responsabilità comunque connessa o derivante dal presente sito e si assume in pieno la responsabilità delle proprie azioni. Eventuali marchi o citazioni letterarie, sono inseriti solo a scopo informativo e didattico ed appartengono ai rispettivi proprietari.